FLUXUS, DAL PONTE DI TIBERIO VERSO LA STORIA DELLA “ARIMINUM” ROMANA.

Un itinerario raccontato da 6 nuovi totem informativi. Entro l’estate una lunga ‘Taberna’ dal Ponte all’Arco d’Augusto.

domus-fluxus-600

Il progetto “Fluxus”, promosso dal Piano Strategico e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Rimini per celebrare lungo un arco di sette anni (2014-2021) i 2000 anni dalla costruzione del Ponte di Tiberio, ha centrato un nuovo obiettivo.
Dopo le Opening Night del giugno 2014 e 2015, da oggi la città di Rimini ha 5 nuovi punti informativi dedicati al patrimonio romano conservato in città. Si tratta di 5 totem posizionati in altrettanti punti emblematici della romanità: il Ponte di Tiberio, l’Arco di Augusto, la Domus del Chirurgo, il Foro Romano (oggi Piazza Tre Martiri) e il Decumano massimo, all’altezza di Piazza Cavour. Un ulteriore totem è in arrivo presso l’Anfiteatro.

tremartiri-fluxus-600

I nuovi totem riportano la mappa in 3D, realizzata dalla Provincia di Rimini assieme ai Musei Comunali di Rimini, che ricostruisce l’immagine di “Ariminum” e mostra come l’assetto antico sia ancora pienamente riflesso nella configurazione urbana attuale. Inoltre, le strutture informative indicano al visitatore la posizione in cui si troverebbe se visitasse la città in epoca romana e contengono numerose informazioni di dettaglio, in italiano e in inglese, che raccontano storia e particolari dei singoli monumenti.

volantino-fluxus

A supporto di questo itinerario, la Provincia di Rimini – nell’ambito del progetto internazionale HERA – Sustainable tourism management of Adriatic HERitage, finanziato con Contributi Europei del Programma IPA Adriatic 2007-2013 – ha recentemente pubblicato un dépliant illustrativo cartaceo e in formato web che, oltre a riepilogare le principali opere romane in città, illustra le numerose iniziative che le istituzioni e altre realtà che animano l’offerta culturale riminese dedicano, nell’estate  2015, all’approfondimento della nostra storia antica.

augusto-fluxus-600

Grazie allo stesso progetto europeo HERA – Sustainable tourism management of Adriatic HERitage nei prossimi mesi aprirà i battenti il Visitor’s Centre della Rimini Romana, che troverà sede nella ex Chiesa di santa Maria ad Nives, a due passi dal Ponte di Tiberio. Il Visitor’s Centre – realizzato dalla Provincia di Rimini e dai Musei Comunali – offrirà alla cittadinanza e ai turisti un punto informativo che, anche attraverso strumenti tecnologici, fornirà notizie e suggestioni sulla illustre storia antica della nostra città e introdurrà la visita ai monumenti presidiati dai totem informativi appena inaugurati.

tiberio-fluxus-600

Infine, forte del successo della cena Ad mensam!, il progetto Fluxus è al lavoro per organizzare, entro la fine dell’estate, un nuovo momento conviviale che si svilupperà lungo tutto il Decumano, dal Ponte di Tiberio all’Arco di Augusto, mettendo in scena una lunga “Taberna” all’aperto che coinvolgerà i ristoratori e gli esercenti dei diversi tratti. I dettagli dell’evento, attualmente in fase di programmazione, saranno presto disponibili sul sito www.riminifluxus.it.

HERA – Sustainable tourism management of Adriatic HERitage

AD MENSAM

Ad mensamCultura ed enogastronomia, tra antico e presente, hanno ispirato l’idea di un’anteprima d’eccezione che vede insieme il Festival del Mondo Antico e Al Meni.

Giovedì 18 giugno le arcate del ponte di Tiberio accoglieranno Ad mensam!, una cena di grande suggestione sospesa fra antico e presente. Nella magica ambientazione di un tramonto estivo, affacciata sull’acqua si animerà una originale mensa con piatti ispirati alle ricette romane, suggerite dai grandi chef dell’impero.

Il tutto “condito” dalla verve di un narratore quale Roberto Mercadini. L’iniziativa è organizzata dal Festival con Fluxus / 2014-2021 Rimini per il Ponte di Tiberio e con “Al meni” e ristoranti del Borgo San Giuliano (Angolo Divino, La Marianna, Nud e Crud, Osteria de’ Borg).

Fluxus per il ponte di Tiberio

20 giugno 2014 – dalle ore 19 alle 23

FLUXUS / OPENING NIGHT

EVENTO DI APERTURA – PAROLE/SUONI/IMMAGINI

 

L’Opening Night di Fluxus è organizzata in collaborazione con  “What if Romagna”, rassegna ideata dalle città della Romagna nell’ambito delle iniziative a sostegno alla candidatura di Ravenna a Capitale europea della Cultura del 2019.

 Ravenna2019

 

Rimini ha un ponte che è tante cose allo stesso tempo: un’infrastruttura viaria, un monumento, un simbolo. In città lo chiamano Ponte di Tiberio ma sarebbe più corretto chiamarlo Ponte di Augusto e Tiberio. Il Ponte fu infatti iniziato nel 14 d.C. sotto Augusto e ultimato e inaugurato sette anni dopo, nel 21 d.C., sotto Tiberio

Si tratta di uno dei ponti monumentali di epoca romana, meglio conservati al mondo e tra i più importanti. Il Ponte di Tiberio è anche la “porta” della vallata del fiume Marecchia, territorio di straordinario valore, e simboleggia quindi anche un ricongiungimento storico e funzionale tra la Rimini balneare, la Rimini romana e le splendide terre che custodiscono le memorie rinascimentali dei Malatesta e dei Montefeltro.

Per festeggiare i suoi duemila anni, il Piano Strategico ha lavorato per formulare un progetto di sette anni che celebri simbolicamente, socialmente e antropologicamente questo luogo cardine della nostra città.

Quest’anno prende infatti avvio il progetto denominato “FLUXUS, Rimini per il Ponte di Tiberio”, condiviso da Piano Strategico Rimini Venture, Assessorato alla Cultura e Assessorato all’Ambiente, che si svilupperà fino al 2021: un’occasione eccezionale per unire manifestazioni, eventi culturali, processi partecipati ed interventi strutturali che riconnetteranno mare, centro storico ed entroterra. Abbiamo pensato al termine «Fluxus» proprio perché questo luogo emblematico, da sempre connotato da un forte potenziale relazionale, invita a  riflettere sul valore dei luoghi della città e della cultura per favorire la relazione e l’incontro, il fluire di storie, persone, mondi e identità diverse che si incontrano.

«Fluxus 2014/2021- Per il Ponte di Tiberio»  si sviluppa attraverso un costante work in progress che mira a progettare un insieme di eventi, manifestazioni e laboratori che possano progressivamente coinvolgere, nell’arco dei prossimi sette anni, artisti, performer, studiosi, cittadini e turisti riminesi nelle celebrazioni di questo luogo chiave della città. Contestualmente, si svilupperà per stralci il progetto di riqualificazione complessiva dell’area compresa tra il Ponte e il Porto, realizzata dall’amministrazione comunale.

 

Per inaugurare il settennio di celebrazioni, venerdì 20 giugno, a partire dalle ore 19, si svolgerà una opening night, una grande festa per riminesi e turisti che unirà un evento legato al cibo – ideato con i ristoratori del Borgo San Giuliano – con spettacoli, concerti e performances. L’Opening Night di Fluxus è organizzata in collaborazione con Festival del Mondo Antico, Sagra Malatestiana e con “What if Romagna”, rassegna ideata dalle città della Romagna nell’ambito delle iniziative a sostegno alla candidatura di Ravenna a Capitale europea della Cultura del 2019.

___________________________________________________________________________________________________

Il video di presentazione del progetto è proiettato dal 21 al 28 dicembre sulla facciata del palazzo antistante la Casa Comunale in piazza Cavour.
È stato realizzato da Housatonic Design Network con la mano di Lucio Bolognesi e le riprese di Raffaele Mariotti.